Comunicato stampa RPT su emendamento Decreto Semplificazioni su docenti universitari

Cari/e Colleghi/e,

a seguito di quanto emerso dal Decreto Semplificazioni in cui è stato introdotto un emendamento il quale  prevede che a docenti e ricercatori a tempo pieno, è “liberamente consentito, indipendentemente dalla retribuzione, lo svolgimento di attività extraistituzionali realizzate in favore di privati, enti pubblici ovvero per fini di giustizia, purché prestate, quand'anche in maniera continuativa, non in regime di lavoro subordinato e in mancanza di una organizzazione di mezzi e di persone preordinata al loro svolgimento", Vi trasmetto, in allegato, il comunicato stampa redatto dalla RPT (Rete Professioni Tecniche).

Purtroppo vengono bocciati emendamenti, proposti dalle professioni, indirizzati a migliorare leggi esistenti e ad introdurre strutturali processi di semplificazione, ma ne viene approvato uno che nulla ha a che fare con la semplificazione e che va nella direzione di aumentare il divario nella società in termini di garanzie e tutele.

Un emendamento questo che la RPT considera quantomeno sconcertante, privo di qualsiasi fondamento, dannoso per il mondo delle professioni e per l’Università stessa. 

Appresa la circostanza, ho parlato a lungo con in nostro Presidente Nazionale Maurizio Savoncelli, pregandolo di compiere unitamente agli altri Presidenti delle varie categorie tutte le azioni del caso, chiederò altresì ai Colleghi Presidenti dei Collegi del Piemonte di inviare documento comune anche  su questa incresciosa situazione .   

Cordialmente.

Il Presidente

Marcello Mazzia Piciot